Post Aggiornato il: 15/12/2023

Schema Markup SEO: Cosa aspettarsi nel 2024

schema markup seo: cosa aspettarsi nel 2024
schema markup seo: cosa aspettarsi nel 2024
Parliamo di...

Il ruolo dello schema markup: dai rich snippets alla comprensione dell’AI

Fino all’inizio del 2023, il ruolo dello Schema Markup SEO, noto anche come dati strutturati, era principalmente incentrato sul raggiungimento dei Rich Snippets. L’uso dei dati strutturati ha migliorato la presentazione delle informazioni nei risultati di ricerca. Le pagine che hanno ottenuto un risultato significativo in genere hanno visto un aumento della percentuale di clic. 

Ciò che molte persone non sanno è che, oltre a ottenere questi risultati migliorati nella ricerca, Schema Markup fornisce anche ai motori di ricerca una comprensione più chiara del contenuto della pagina web.

Tuttavia, nel 2023 c’è stato un cambiamento nel ruolo dello Schema Markup. 

Questo articolo esplora come è cambiato il ruolo dello Schema Markup nella SEO nel corso del 2023, sottolineando la crescente importanza del suo valore semantico rispetto ai semplici risultati multimediali e cercherà di fare una previsione per il 2024.

Inizio 2023 – Fluttuazioni nei Rich Snippets

Nel 2022, il rendimento dei rich snippets ha subito fluttuazioni e il 2023 non è stato diverso.

Nell’aprile 2023, Google ha smesso di mostrare i risultati avanzati dei video sulla SERP per le pagine che privilegiano i risultati di YouTube o le pagine in cui il video era l’elemento principale della pagina. Pertanto, molte organizzazioni hanno potuto più fare affidamento sui risultati multimediali video per indirizzare il traffico verso il proprio sito.

Allo stesso tempo, il rendimento dei risultati avanzati delle FAQ diminuire sui dispositivi mobili per ragioni inspiegabili. Tuttavia, John Mueller ha menzionato in una dichiarazione non ufficiale, che “i siti adorano aggiungere il markup delle FAQ, dà loro più spazio nella ricerca e, a un certo punto, rende i risultati meno utili. Il giusto equilibrio ha senso rivalutarlo di volta in volta, come con qualsiasi altro elemento di ricerca.” Questo è stato forse il test di Google per vedere come la rimozione dei risultati avanzati delle FAQ avrebbe influenzato l’esperienza di ricerca.

Febbraio e Maggio 2023 – Introduzione della Ricerca Generativa (SGE)

Nel febbraio 2023, Microsoft ha lanciato il nuovo Bing, che includeva il suo chatbot AI, Bing Chat. Google ha seguito l’esempio, presentando la experimental Search Generative Experience (SGE) alla conferenza Google I/O di maggio 2023, innescando cambiamenti significativi nella dinamica della ricerca .

SGE, sebbene nella sua fase di test, stravolto le SERP relegando i risultati di ricerca organici, compresi i risultati avanzati, più in basso nella SERP.

Inoltre, questi motori di ricerca generativi con intelligenza artificiale erano soggetti ad allucinazioni, con conseguenti risultati di ricerca imprecisi. 

Ciò ha sollevato domande critiche: Come potrebbero controllare il modo in cui i motori di ricerca con intelligenza artificiale generativa interpretavano i contenuti per garantire informazioni accurate su SGE?

L’evoluzione del panorama dell’intelligenza artificiale ha generato sia entusiasmo che preoccupazione, con incertezze sul suo impatto sulla SEO (a tal proposito consiglio di leggere Google Liquido di Giorgio Taverniti per avere un’idea di quello che sarà Google nel prossimo futuro).

In mezzo all’ambiguità, rimane la domanda chiave se lo Schema Markup avesse avuto un ruolo nell’aiutare gli algoritmi di intelligenza artificiale a comprendere i contenuti del sito web.

Preparazione per la ricerca AI

Durante il suo discorso principale di Pubcon, Fabrice Canel, Principal Program Manager di Bing, ha condiviso che uno dei modi in cui i SEO potrebbero prepararsi per questa nuova ricerca basata sull’intelligenza artificiale è creare contenuti di qualità e “marcarli” con i Dati strutturati. Pertanto, molti professionisti SEO si sono orientati verso l’implementazione dello Schema Markup in maniera ancora più rigorosa e massiva.

Riconoscendolo come il linguaggio utilizzato dai motori di ricerca per comprendere il contenuto del sito, lo Schema Markup è emerso come un modo concreto per consentire ai SEO di rimanere rilevanti durante la rapida evoluzione dell’intelligenza artificiale. 

Questo approccio dà, in un senso, un modo per tenere il mano il controllo del modo in cui i motori di ricerca interpretano i contenuti ed è stato adottato da molte organizzazioni lungimiranti.

Il valore semantico di Schema Markup, che si riferisce al significato sottostante e al contesto che aggiunge al contenuto, è diventato sempre più evidente a chi si occupa di SEO. Tuttavia, come sempre nel mondo SEO, l’impatto di queste tecniche è ipotetico, perché, al momento, i motori di ricerca non hanno fornito alcuna analisi sul rendimento dei contenuti in SGE o Bing Chat. Di conseguenza, i SEO spesso fanno affidamento sui risultati avanzati come metrica tangibile per valutare l’efficacia della loro strategia di Schema Markup. 

Agosto 2023 – FAQ e deprecazione dello schema How-To: un punto di svolta

Nonostante l’annuncio di SGE, la performance dei rich results sembrava relativamente stabile su Google. Tuttavia, tra agosto e settembre 2023, si è verificato un punto di svolta significativo quando Google ha deprecato i risultati avanzati How-to e ha ridotto drasticamente la frequenza dei risultati avanzati delle FAQ. Questi ultimi sono stati quindi limitati a essere visualizzati esclusivamente su “siti web governativi e sanitari noti e autorevoli”.

dati strutturati seo - calo dei clich sui rich snippets how-to

Calo dei clic dopo il ritiro dei risultati avanzati How-To

La deprecazione delle FAQ, un risultato avanzato precedentemente ampiamente utilizzato, ha riacceso le preoccupazioni sulla rilevanza dello Schema Markup. Anche se sono ancora più di 30 risultati avanzati disponibili, pochi avevano la flessibilità come le FAQ da utilizzare su contenuti diversi.

L’’assenza di clic e impressioni dai risultati avanzati ha reso difficile quantificare il valore dello Schema Markup. In molti ci siamo chiesti: “Ha senso implementare lo Schema Markup se non è possibile ottenere risultati significativi?” La risposta, inequivocabilmente, è sì.

Dare priorità al valore semantico dello schema markup

Anche senza la gratificazione immediata dei rich snippets, Schema Markup rimane importante per le aziende che desiderano una ricerca a prova di futuro.

I motori di ricerca con intelligenza artificiale generativa come SGE e Bing Chat rivoluzioneranno le esperienze di ricerca degli utenti. Presentano risposte multimodali e forniscono domande di follow-up alle domande degli utenti.

Tuttavia, gli algoritmi di ricerca sottostanti che alimentano sia i normali motori di ricerca che i motori di ricerca generativi di intelligenza artificiale sono passati da lessicali a semantici. Invece di abbinare parole chiave, i motori di ricerca valutano il significato e l’intento dietro una query, fornendo agli utenti risultati con la massima pertinenza.

Utilizzo dei dati strutturati per definire le tue entità

I dati strutturati un ruolo cruciale in questa comprensione consentendo agli editori web di definire le entità sul sito e mostrare le relazioni tra le entità sotto forma di un grafico della conoscenza del contenuto.

grafico della conoscenza per questo articolo
Grafico della conoscenza di questo articolo

In passato, quando l’idoneità dei risultati avanzati era l’obiettivo principale, molti SEO (anche io)  implementavano i dati strutturati, ma non in un modo che definisse la relazione tra le cose primarie (ovvero entità ) sulle loro pagine. Hanno semplicemente aggiunto lo Schema Markup minimo richiesto per essere idonei per il risultato avanzato desiderato invece di applicare lo Schema Markup connesso (o annidato) per migliorare la comprensione dei motori di ricerca.

In questo nuovo mondo di modelli AI e Large Language, il markup dello schema da solo per i risultati avanzati non è sufficiente. Implementando il corretto schema markup connesso e stabilendo connessioni tra le entità sul tuo sito e su basi di conoscenza autorevoli esterne, stai creando il grafico della conoscenza dei contenuti della tua organizzazione.

Costruisci il tuo grafico della conoscenza dei contenuti

Il grafico della conoscenza dei contenuti è un livello di dati di informazioni strutturate che può aiutare i motori di ricerca a chiarire le ambiguità delle entità menzionate sul tuo sito.
Fornendo questo, puoi modellare il modo in cui i motori di ricerca comprendono i tuoi contenuti, ottenendo un maggiore controllo sul modo in cui gli utenti percepiscono il tuo marchio. In definitiva, questo fornisce agli utenti risultati di ricerca più accurati e pertinenti.

Il valore di Schema Markup nel garantire che i tuoi contenuti vengano compresi correttamente è ora significativamente più strategico rispetto al semplice raggiungimento di risultati avanzati.

Ottobre, novembre e Dicembre 2023 – Google dimostra che i dati strutturati hanno un valore semantico

Non ci credi? Google ci sta anche dicendo che il valore dello Schema Markup sta nella comprensione e la ricchezza dei risultati. Search News ha pubblicato un nuovo episodio all’inizio di ottobre 2023. Durante l’episodio, John Mueller ha parlato di come alcuni risultati avanzati sarebbero scomparsi, in riferimento alla deprecazione dei risultati avanzati How-To e alla riduzione dei risultati avanzati delle FAQ, e sarebbero stati creati nuovi risultati avanzati. E ragazzi, hanno mantenuto la parola data.

Nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2023, Google ha lanciato 6 nuovi risultati avanzati:

Dati strutturati che offrono una relazione reciprocamente vantaggiosa tra Google e i SEO

Le continue opportunità di risultati avanzati di Google evidenziano la simbiosi tra motori di ricerca e SEO. Offrendo risultati ricchi in cambio di dati strutturati dettagliati, Google stimola la fornitura di informazioni credibili, contribuendo allo sviluppo del web semantico. È una vittoria per tutti!

Google garantisce risultati avanzati come ricompensa per aver reso facile e meno costoso per i motori di ricerca comprendere il contenuto del tuo sito web.

 Fornendo Dati strutturati adeguati, li informi sul contenuto e su come si collega ad altri argomenti sul Web e sul tuo sito web. Fornendo queste informazioni, i motori di ricerca non devono elaborare i dati per dedurne il significato o le relazioni.

Ciò aiuta i motori di ricerca a comprendere i contenuti senza dover spendere tante risorse informatiche. Questo incentivo fornisce ai creatori di contenuti la motivazione necessaria per sostenere le iniziative semantiche cruciali per il futuro della ricerca.

Diamo un’occhiata a due dei nuovi risultati avanzati, Pagina profilo e Organizzazione, e ne evidenziamo le caratteristiche che sottolineano il valore che apportano al web semantico.

Pagina del profilo e I dati strutturati dell’organizzazione aiutano a chiarire le ambiguità

Tra i risultati avanzati recentemente introdotti, spiccano Pagina profilo e Organizzazione, che svolgono un ruolo cruciale nel chiarire entità come organizzazioni, individui, e autori all’interno dei tuoi contenuti. 

Questi elementi fanno riferimento a E-E-A-T e ti consentono di affermare un maggiore controllo sui dati strutturati, articolando la tua identità e autorità in relazione ai tuoi contenuti.

I dati strutturati dell’organizzazione consentono ai motori di ricerca di comprendere il contesto, anche quando il tuo sito web non è visivamente presente, per determinate informazioni. Ad esempio, le proprietà consigliate nelle linee guida sui dati strutturati dell’organizzazione, come i codici identificativi (ad esempio duns, taxID e così via), potrebbero non essere visibili agli utenti ma aiutano Google a chiarire le ambiguità e identificare la tua organizzazione all’interno dei tuoi contenuti.

Queste informazioni di base aggiungono un livello di contesto, facilitando i motori di ricerca nel mettere in relazione i tuoi contenuti con query di ricerca e altre informazioni web attraverso un grafico della conoscenza .

Dati strutturati di elenchi di veicoli e case vacanze (feed)

Ultimo ma non meno importante fattore: i dati strutturati possono diventare un feed di dati. L’introduzione dei nuovi dati strutturati relativi all’elenco dei veicoli e alle case vacanza supporta questo concetto. Puoi ottenere il risultato avanzato dell’elenco dei veicoli aggiungendo dati strutturati al tuo sito o caricando un file del feed dell’elenco dei veicoli su Google. Allo stesso modo, ora puoi ottenere il risultato avanzato di Case vacanze aggiungendo dati strutturati, invece del metodo storico di caricamento di un feed di elenco XML su Google. A differenza dei feed di elenco, i dati strutturati rappresentano un modo più semplice per trasferire dati a Google.

Sebbene il rilascio consecutivo di nuovi risultati avanzati sia entusiasmante, è fondamentale riconoscere che lo scopo dei dati strutturati è andato oltre il semplice raggiungimento di rich snippets, in particolare nell’ultimo anno. L’introduzione di questi risultati avanzati da parte di Google riflette un chiaro sforzo per migliorare la natura semantica dell’esperienza di ricerca.

Come SEO, la nostra attenzione dovrebbe spostarsi verso la creazione di contenuti semanticamente compresi, potenziati dallo Schema Markup.

Il valore dello schema markup SEO nel 2024: dare priorità alla comprensione semantica

Schema Markup sarà prezioso per i motori di ricerca nel 2024, sottolineando la necessità fondamentale di dare priorità all’aspetto semantico dei dati strutturati rispetto al semplice raggiungimento di risultati ricchi . Anche se i risultati avanzati vanno e vengono, la comprensione semantica è determinante nel gettare le basi per contenuti contestuali pronti a plasmare il futuro della ricerca.

Collegando le entità e sviluppando un Knowledge Graph, le aziende possono creare modelli linguistici di base (LLM), supportare iniziative interne di intelligenza artificiale e creare autorità attraverso collegamento a database autorevoli. 

Lo schema Markup, originariamente creato per la comprensione dei motori di ricerca, continua a svolgere un ruolo fondamentale nell’esplorazione del panorama dinamico del marketing digitale.

In sostanza, Schema Markup non solo fornisce risultati rapidi ottenendo risultati ricchi, ma pone anche le basi per un’ottimizzazione continua e agile dei contenuti man mano che la ricerca si evolve.

Sei interessato a sapere come applicare lo schema markup per rimanere agile nella ricerca? Inizia qui.

Vuoi Creare un sito web per la tua attività?

Vuoi fare un restyling del tuo sito?

Vuoi vedere come è posizionato su Google il tuo sito e migliorarne le performances?

I tuoi Clienti non ti daranno una seconda opportunità per attirare la loro attenzione!

Ottineni il 20% di sconto compilando questo form!!